.
Annunci online

politically-scorrect
politica interna
14 dicembre 2006
SENATO IN PILLOLE
Bollettino delle cose più esilaranti e trash che fanno del Senato italiano un caso unico al Mondo.



ALFREDO BIONDI, Forza Italia
Signor Presidente, ho tanti difetti, ma no quello di parlare a lungo, anzi, in questo caso cercherò di essere sintetico. Mi associo a quanto detto dal senatore Buttiglione: il Parlamento viene espropriato. Ho sentito parlare di irricevibilità. Qui il maxi emendamento non è stato ricevuto. Noi siamo privi dell'elemento del contendere, e lei, signor Presidente, se ce l'ha, ce lo dica, se non ce l'ha, faccia come la Turandot, deve dire: "Il mio mistero è chiuso in me!". (Dai banchi della maggioranza si levano cori: "canta, canta!"). Lei lo deve dire se ce l'ha o non ce l'ha già. (Applausi dai banchi di FI, AN. Ilarità).
Poi vorrei dire al ministro Chiti, che una volta scherzando ho chiamato "Ministro Cheti", perché parla poco e quando parla è più "profondi silenzi ed altissima quiete": fino ad ora non ha detto che cosa il Governo intenda fare, non conosciamo il testo, non conosciamo ciò che è avvenuto prima. Siamo qui espropriati del nostro diritto di conoscere e chi non conosce non può deliberare; chi delibera senza conoscere è un irresponsabile; e noi non lo vogliamo essere! (Applausi dai banchi di FI, AN e dal senatore Calderoli):

GIULIO ANDREOTTI, Misto
Faremmo atto di saggezza e chiarezza se chiedessimo al Governo di portarci per tre - quattro mesi all'esercizio provvisorio, che fa anche risparmiare. Nel frattempo possiamo avere tempo di discutere con tranquillità le misure del maxi-emendamento. Personalmente, forse data la mia età, non sono in condizioni di capire ciò che voteremo.







permalink | inviato da il 14/12/2006 alle 13:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
       gennaio